"Agire comporta sempre rischi e costi, ma questi non sono nulla rispetto ai rischi e costi di una comoda inazione"
John F. kennedy

Mentre scrivo questo articolo, sorseggio un vino bianco della mia terra (perciò date a lui la colpa di quello che scriverò) e penso a come dare il mio contributo nel settore.

Proprio così il mio contributo!

Sono contaminata dal mondo del turismo fino al midollo, in primo luogo perché nasco in una città come Alghero che negli anni ha raccolto diversi primati nell'ecosistema turismo, in secondo luogo perché come imprenditore ho svolto prima la professione di property manager, successivamente ho aperto e gestito una struttura tutta mia, in ultimo, ma non per importanza, ho contribuito alla crescita del Salone Nazionale del Turismo Extra Alberghiero, come consulente di marketing.
 
In questo momento inoltre mi trovo a svolgere il ruolo di consigliere del Consiglio di amministrazione della Fondazione Alghero, organo del Comune che si occupa di promozione del territorio.

In questa periodo, dove indubbiamente, ho più tempo per l'analisi, sto osservando molto il mercato, sto ascoltando tantissimo i contributi dei grandi consulenti del settore e mi è venuta voglia, nel mio piccolo, di dare la mia visione della cosa.

Partiamo allora dal contesto attuale.

Come sta cambiando il mercato? Come sarà il nostro NUOVO viaggiatore? Che tipo di marketing e di strategie attuare ora? Come comunicare la destinazione?

Proviamo a rispondere a queste domande.

Prima però voglio farti una panoramica sul mercato internazionale.
Il Portogallo eletto  il Miglior Ente Ufficiale del Turismo (Turismo de Portugal), durante gli Oscar dei viaggi, i World Travel Awards, 
con questo video:
It's time to stop che ti invito a guardare, recita più o meno queste parole: 

È tempo di fare una pausa, per il bene del mondo. Nel frattempo, possiamo sognare i grandi giorni a venire.Mette in campo la più antica ed efficace legge di marketing, ovvero "Confermare il suo posizionamento nel mercato".Analizzando altre destinazioni non restano a guardare nemmeno:1. Tenerife2. Spagna3. Inghilterra4. Franciache con questa foto:

                      Una finestra sulla Francia. 

                     Per continuare a viaggiare.

Ci invita a ricordarci delle loro bellezze e tenendo vivo il ricordo ci invita a collaborare con le nostre foto dalla finestra.

Oppure la Scozia che ci trasmette NOSTALGIA e ci aiuta a preservare l'interesse nei loro confronti.

La Svizzera che comunica RESPONSABILMENTE!
Ti dice cosa vorresti sapere o conoscere del loro territorio, 
ma nello stesso ti ricorda di stare a casa.

Ma la regina è BARCELLONA con la sua inversione di messaggio passando da Visit Barcellona a #BarcellonaVisitYou, il messaggio ti convince a vivere la città stando comodamente seduto nel divano.
Quindi se tu non puoi andare, lei viene da te.

Ma torniamo a noi, come sarà il nostro NUOVO viaggiatore? 

Le parole d'ordine del NUOVO viaggiatore saranno #Serenità e #Sicurezza.
Come potremmo noi operatori contribuire a comunicare al meglio  la nostra destinazione e nello stesso tempo lenire queste paure.

Il mio consiglio è che forse è giunto il momento che l'operatore cominci a diventare un PROFESSIONISTA dell'ACCOGLIENZA, una cosa che fino ad ora è stata messa sempre in secondo piano.

Iniziare a formarsi, a studiare tutte le tecniche che possano trasferirti i principi di marketing e comunicazione, imprescindibili se vuoi stare in questo nuovo mercato.

Questo è il momento migliore per comunicare ai tuoi futuri clienti che stai lavorando per rendere la tua struttura SICURA e ADATTA alle loro esigenze.

Questo è il momento per comunicare che sei sul pezzo e addirittura hai pensato alle promozioni che gli permetteranno di avere maggiori vantaggi se prenoteranno ORA!

Non pensiamo ad incassare ora, ma a vendere si!

Abbiamo una percezione da combattere, purtroppo dovuta dalla nostra inesperienza. Mentre noi pensavamo alla salute del nostro cliente e abbiamo restituito i soldi delle prenotazioni, le OTA hanno fatto MARKETING e sono passati come gli eroi del momento. Hanno fatto passare il messaggio che grazie a loro chi aveva acquistato una non rimborsabile, aveva il diritto di riavere i soldi indietro. Anche se il buon senso è stato degli operatori, le OTA hanno vinto la percezione e la FIDUCIA dell'utente.

Partendo da questo grande PROBLEMA spero che avrai capito che non puoi affidare il marketing della tua struttura a loro, spero che avrai capito che è arrivato il momento di comunicare e metterci la faccia.

Che tipo di marketing e comunicazione dovrai attuare?

L'innovazione Sociale di una destinazione si misura in base al livello di partecipazione di chi vive e lavora tutti i giorni sul proprio territorio offrendo ospitalità, informazione e servizi turistici. 

Il mio consiglio è quindi far mettere la faccia ai tuoi fornitori, a chi ti sta aiutando a sanificare e sistemare la tua struttura, al verduraio e al fruttivendolo che ti consegnano le materie prime per la colazione, ai tuoi collaboratori che con rispetto adotteranno tutte le misure di sicurezza per garantire una pulizia di alto livello. Alla possibilità di fargli trovare un check in automatizzato e ancora meno pericoloso nel contatto con mille chiavi.

Ma mi raccomando, non spersonalizzare del tutto l'accoglienza te ne prego.

In merito al check in mi è venuta un'idea che voglio condividere con te:

Produci un video che il cliente potrà attivare al suo arrivo e con un bel audio e una buona qualità video, possa trasferirgli tutto il tuo entusiasmo. Personalizzalo con il suo nome, e la sua prenotazione, non dimenticarti di sorridere.

Potrebbe essere una buona attività da fare con una piccola anticipazione via mail, del contenuto, prima del suo arrivo.

Tieni attive le pagine social e innondale di positività, ma stai attendo a non sbagliare, basta poco. Devi comunicare che sei la soluzione al suo problema, ma non devi dimenticarti che lui non ha idea di quando potrà nuovamente viaggiare DAVVERO.

Usa indovinelli, ricette di cucina, aneddoti della storia e immagini emozionali per coinvolgerlo ma con responsabilità ricordandogli che tu, come lui sei chiuso a casa e lo stai aspettando, preparando il tutto affinché lui possa godere la sua vacanza al meglio.

Costruisci dei pacchetti senza dimenticare che non puoi usare le vecchie leve del marketing, ora tutto è cambiato e tu devi adattarti. Non sottovalutare la cura nelle immagini per evitare il problema del DISTANZIAMENTO SOCIALE, mostra gli ampi spazi e le soluzioni che hai creato.

Comunica che potrà fare colazione in camera e che ogni giorno farai le pulizie con prodotti certificati. Mostra le certificazioni e informarlo sui benefici delle scelte che hai fatto con fornitori attenti all'ambiente.

Studia, preparati e agisci!

Non sei in vacanza, al contrario ora devi preparati alla più grande sfida della tua vita! Ragiona già sul 2021, perché i tuoi competitor lo stanno già facendo.

Un Abbraccio

Stefania Salvatore

Consulente di marketing