Sono passati molti anni, ora molti non esageriamo, qualche anno, da quando vidi la prima volte come relatore Maurizio Battelli con in mano un coccodrillo ad un salone per gli addetti ai lavori del turismo, più precisamente alla BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ATTIVO DELLA SARDEGNA, meglio nota come BITAS. Credetemi a quei tempi più che associare il coccodrillo alla famosa canzone, della quale ancora oggi mi chiedo, ma il coccodrillo come fa? Non avevo mai pensato ad un altro punto di vista. 

Le 3 F di Maurizio mi avevano fatto sorridere, ma al contempo mi avevano fatto riflettere.

Anche quel giorno seduti affianco a me c'erano il mio socio Gian Luca Murgia e la mia collega Sonia, e la sensazione che provai andando via fu, di aver preso la consapevolezza delle significative opportunità che la rete e il nuovo modo di concepire il marketing potessero offrire. 

Il mantra di quella giornata lo lascio recitare da "Seth Godin":

“Non esiste un metodo indolore per raggiungere i vostri obiettivi. 

Le idee da sole, senza impegno, non bastano. 

Senza cambiamento, senza passione e senza persone disposte ad affrontare un salto nel buio, la strategia è soltanto un guscio vuoto.” 

Una riflessione importante...

Da li a poco pensai che quella bella persona, prima o poi, sarebbe riapparsa, nella mia vita, non potevo sapere come e quando, ma ne ero certa.

Tutto scorre e con Gian Luca decidiamo di fondare l'Accademia dell'Extra alberghiero Italia, lui sempre più esperto di fiscalità e adempimenti, io sempre più marketers di un mondo che ai nostri occhi era uno stile di vita, una nuova opportunità, l'essenza del grande privilegio di poter vivere ed avere un'attività profittevole in Sardegna.

Bisogna prendere una decisione, usciamo a vela e schiariamoci le idee!

Il mercato non era così consapevole, c'era bisogno di educazione, così decidemmo di iniziare a creare dei veri e propri tour formativi in giro per la Sardegna e non solo. 

Iniziammo dalle fiere del settore prima nazionali e poi internazionali, senza mai perdere di vista il networking e il confronto con gli operatori.

Ma ogni volta che rientravamo da queste giornate sembrava di avere in aula i protagonisti del libro "Giulia 1300 e altri miracoli" di Fabio Bartolomei, e nello specifico vi cito questo passaggio:

“Siamo stati allevati nel timore di Dio, il nostro creatore, quindi non possiamo farcene una colpa se poi abbiamo timore anche di tutto il resto, siamo cresciuti con il mito della bella vita e lo abbiamo alimentato con la devozione verso il posto fisso, la carriera, il successo, per questo ci sentiamo sempre poveri e inadeguati. Stiamo scappando perché non ci hanno dato le armi giuste per resistere e quando scopriamo che la nostra squadra del cuore non ci ricambia, che la nostra amica banca si ricorda di noi solo se andiamo in rosso, che il lavoro della nostra vita sa di esserlo, e la nostra vita la vuole tutta, ci sentiamo sconfitti".

Mancava un passaggio, un punto di svolta, far capire ai titolari delle strutture extra alberghiere che la loro attività non poteva essere gestita come un "PIANO B", l'arrotondamento per pagare le spese della seconda casa, l'aiutino per un reddito extra, ma doveva essere svolto con estrema professionalità.

I nostri percorsi iniziarono a prendere sempre più un filone manageriale, inserimmo l'home staging, come strategia per fare la differenza e tutto stava prendendo la giusta piega. 


La nostra "Mission" stava prendendo piede "Essere il punto di riferimento per i possessori di strutture extra alberghiere, dall'avvio alla formazione costante.

Poi arriva l'estate del 2017 e come tutti i marketers avevo sempre sott'occhio i nuovi guru del marketing, ma fra le tante sponsorizzate mi colpisce un messaggio...

Era quel signore con il coccodrillo che parlava di creare un evento "Regionale" per il settore extra alberghiero.

Interessante...Cosa faccio? Lo chiamo?

Ma si dai vediamo che idee ha.

Così ci sediamo intorno ad un tavolo e io e il mio socio capiamo subito che bella persona è Maurizio.

L'evento fu un successo e da quel momento la nostra collaborazione sfocia in una bella amicizia.

Maurizio era riuscito non solo a creare un evento, ma un brand che si è posizionato come "Leader" nella categoria "Extra alberghiera".

Eppure c'erano già decine di associazioni e brand nel settore, ma l'ingrediente magico ha fatto la differenza!

Questa foto rappresenta, per noi, l'essenza dell'edizione del 2017 di Extra!

È passato un anno da quell'incontro professionale, e la foto è sempre più bella!

Inoltre abbiamo avviato, varie collaborazioni su più fronti, come per esempio una start up sul food,



 Un percorso di marketing che sta girando le città più importanti della Sardegna!

Cosa è Extra per me?

È un lavoro di squadra. 

È l’abilità di lavorare insieme verso una visione comune. 

E’ il carburante che permette a persone comuni di ottenere risultati non comuni.

È dare valore.

È mettersi in discussione.

È circondarsi di energie positive.

È crescita.

È confronto.

È EXTRA!

Ad maiora semper

Stefania Salvatore